Pratico & Pratica. Palacongressi, Riccone - 15/16 Settembre 2017
Un'iniziativa di ANDI

La riabilitazione protesica minimamente invasiva: tradizione vs innovazione

Leonardo Bacherini

La riabilitazione protesica di pazienti che presentano una dentatura fortemente compromessa sia dal punto di vista estetico che funzionale richiede spesso un approccio multidisciplinare. Il raggiungimento del risultato estetico rappresenta infatti, in questi casi, una vera e propria sfida per il clinico, soprattutto quando la struttura dentale è interessata anche da fenomeni di erosione e/o abrasione.

Il ruolo del protesista è fondamentale nella scelta del trattamento protesico più adatto, che deve essere il meno invasivo possibile e al contempo mirato ad ottenere un risultato estetico e funzionale ottimale nel lungo termine.

Il design della preparazione riveste un ruolo fondamentale per il rispetto della struttura dentale residua e, in particolare, per il mantenimento dello smalto in superficie. Oggigiorno, in considerazione del crescente utilizzo delle tecnologie digitali, è molto importante saper scegliere il design della preparazione più adatto al fine di ottimizzare tutti gli step del workflow digitale e realizzare restauri precisi e affidabili.